Martedì, 04 Giugno 2024 14:02

Le piante da interno, tra decoro e salute

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Le piante da interni non sono solo bellissimi elementi di decoro che arricchiscono gli ambienti con il loro verde rigoglioso, ma apportano anche qualche beneficio per la salute. Vediamo come le piante da interni possono trasformare la casa in una piccola oasi di benessere, con qualche consiglio pratico per la loro cura.

Decoro e ambiente
Le piante da interni aggiungono un tocco di natura a qualsiasi ambiente, rendendo gli spazi più accoglienti e vivaci. Possono essere utilizzate per abbellire gli angoli vuoti: Piante alte come il Ficus o il Monstera possono riempire spazi inutilizzati, creando punti focali visivamente accattivanti.
Creare contrasti cromatici con le tipologie di piante con foglie variegate, come il Pothos, aggiungono contrasto e interesse visivo. Complementare l'arredamento, con vasi e piante che si armonizzano con lo stile dell'arredamento per un look coeso.

Benefici per la Salute? Certo che si.
Le piante da interni offrono vari benefici per la salute. Innanzitutto esse migliorano la qualità dell'aria: Lo Spathiphyllum e il Ficus, ad esempio, filtrano le tossine dall'aria, aumentando il benessere generale. Evitiamo di dire "eh, ma le piante in casa mi darebbero da fare.... " E' l'esatto contrario: le piante in casa, per la cura delle quali è richiesto davvero poco tempo, riducono lo stress: Il verde delle piante ha un effetto calmante, e sono quindi l'ideale anche per i soggetti ansiosi. Non è un caso che le piante vengano utilizzate negli uffici o nei luoghi dirigenziali e produttivi di concetto. Esse aumentano la produttività. Diversi studi dimostrano che la presenza di piante favorisce la concentrazione e il rendimento, rendendole ideali proprio per gli ambienti di lavoro.

Cura delle piante da interno
Ogni pianta ha esigenze specifiche, ma ecco alcuni consigli generali per mantenere le tue piante da interni sane e rigogliose. Chi più e chi meno, ma tutte le piante hanno bisogno di luce. E' indispensabile quindi che le piante ricevano luce, talvolta poca e indiretta, ma non deve mai mancare al 100%. Controllate il terreno e provvedere a innaffiare se risulta secco. Mantenete il grado di umidità consigliato per quella pianta specifica e umidificare le foglie delle specie più sensibili. Evitare, salvo rari casi, che si formino ristagni d'acqua nei sottovasi. Attenzione ai parassiti: Ispezionate regolarmente le piante per segni di parassiti come afidi o cocciniglie e trattare tempestivamente, prima che danneggino irrimediabilmente la vostra pianta. Pulite le foglie e rimuovete la polvere con un panno umido per migliorare la fotosintesi. Quando le radici diventano troppo fitte o grosse, provvedere al rinvaso della pianta, che di solito si rende necessario, in media, ogni due anni.

Letto 87 volte Ultima modifica il Martedì, 04 Giugno 2024 14:32
Simone Locatelli

Nato a Milano, fin da piccolo ha le idee chiare sul suo futuro e sa cosa diventerà da grande. Cresce in una casa che dispone di un ampio giardino e si appassiona fin da subito al verde e alle piante. Consegue cosi’ il diploma di perito agrario nel 1988 e si specializza, l’anno successivo, come agrobiotecnico.

Devi effettuare il login per inviare commenti